about my works

Stampare a mano è un processo che coinvolge il senso del tatto, dell’olfatto e dell’udito.
Stampare a mano significa imprimere forza, pressione, lavorare con la dinamica del gesto tracciando linee, cerchi e spirali.
Premere il baren sul foglio per evidenziare le nervature, alleggerirne il peso per svuotare e sospendere luci e ombre.
C’è il suono del rullo che raccoglie il colore e che inchiostra la matrice, c’è il suono del baren e del torchio che premono sul foglio.
Suoni caratteristici e unici che mi accompagnano nel processo di stampa, uniti all’odore pungente dell’inchiostro che riempie il laboratorio e che si deposita sui vestiti.
La stampa a mano insegna a osservare e ad accettare gli errori perchè sono promotori di spunti, di idee e di soluzioni.
La stampa a mano richiede pazienza, attenzioni e tempo.
Saper accogliere il tempo è necessario per elaborare il pensiero, per modellare le intuizioni, per affinare e sviluppare la tecnica. Il tempo rivela e dona esperienza.

La stampa a mano crea stampe uniche,
non permette la ripetizione,
sorprende e nasconde
sentimenti inattesi.

Gianmaria Aprile

video di Gabriele Raimondi – Musiche di Gianmaria Aprile
fronde#4//2018

fronde

sono un insieme di foglie
sono il respiro delle piante e l’ossigeno per l’uomo
sono stampate a mano
sono un sentimento inatteso

Stampare le foglie per renderle eterne

nodo80

nodi

Il legno racchiude l’immagine in negativo catturata dall’albero nella sua lunga vita, prima di morire.
È una foto a diaframma chiuso, poca luce e tempi molto lunghi.
I nodi, gli anelli e le geometrie disegnate nel legno ne rappresentano il loro tempo.
Questa immagine viene sviluppata, stampa e resa visibile.
Rendere visibile, l’invisibile

i NODI hanno catturato nel tempo la luce e l’immagine
i NODI sono luce e ombra, e tra la luce e l’ombra dimora la loro bellezza
i NODI sono sviluppati e stampati a mano in un piccolo laboratorio
i NODI sono un sentimento inatteso

Nel 2014 ho iniziato a raccogliere materiale ligneo, a studiarlo e a lavorarlo, sperimentando la stampa a mano e utilizzando diversi tipi di inchiostri e di carta.

nodo31//screenprint

nodi//serigrafie

Nel 2014 ho iniziato a raccogliere materiale ligneo, a studiarlo e a lavorarlo, sperimentando la stampa a mano e utilizzando diversi tipi di inchiostri e di carta.
Dopo circa 80 matrici, ho pensato di stampare tramite la tecnica delle serigrafie e in formato 100x70cm alcune delle mie incisioni.

UME

silent trees meet sentimento inatteso

Silent Trees è capace di scomporre e di dare forma all’asimmetria, creando volumi e tagli inaspettati.
Dal gioco di volumi, tagli, asimmetrie e scomposizioni, nascono capi con uno stile unico e senza tempo.

Dall’incontro con i nodi di sentimento inatteso nasce una collezione unica e speciale, che nel bianco e nel nero ha la sua essenza.

Hand printing is a process that involves the sense of touch, smell and hearing.
Printing by hand means impressing strength, pressure, working with the dynamics of the gesture by tracing lines, circles and spirals.
Press the baren on the sheet to highlight the ribs, lighten to empty and suspend light and shadow.
There is the ink roller sound that picking up the color and inking the matrix, there is the baren and my wooden hand-press sounds that pressing on the sheet.
Characteristic and distinctive sounds that accompany me in the printing process, combined with the ink’s smell that fills the lab and settles on the clothes.
Hand printing teaches us to observe and accept mistakes because they are promoters of ideas and solutions.
Hand printing requires patience, attention and time.
Time is needed to process thoughts, to shape intuitions, to refine and develop the technique.
Time reveals and gives experience.
My printing process is a cross between relief printing and monoprinting.

Hand printing creates unique prints
does not allow repetition
gives surprises and hide
unexpected feelings.

Scroll Up